Benessere intestinale, come raggiungerlo

Martedì, 17 Aprile 2018

LE STIME INDICANO CHE IL 50 - 70% DEGLI ANZIANI PRESENTI NELLE STRUTTURE DI ACCOGLIENZA SOFFRE DI STIPSI

Per capire quanto una sana alimentazione sia fondamentale per il benessere intestinale e di conseguenza per la qualità della vita di ognuno di noi, basterebbe pensare che un intestino in salute è in grado di fornire all’orga-nismo il 90% di serotonina, l’ormone della felicità.

Con l’avanzare dell’età la diminuzione del numero dei neuroni enterici e dei batteri che costituiscono il microbiota (100.000 miliardi di batteri che lavo-rano per noi) ha un forte impatto sul transito intestinale, sull’umore e sulla qualità della vita.
Le stime indicano che un 50 – 70 % degli anziani presenti nelle strutture di accoglienza soffra di problemi legati all’apparato gastrointestinale, in particolare la stipsi. “Nelle strutture residenziali di Parma Assistenza, per limitare i disturbi associati alla stitichezza, sono inserite preziose abitudini alimentari tra le quali il consumo, in ognuno dei cinque pasti, di fibre derivate da frutta e verdura di stagione, legumi, frutta secca e crusca integrale di cereali che garanti-scono un apporto di fibre giornaliero di circa 25 - 30 g al giorno, ottimale per soddisfare i livelli di assunzione consigliati per l’anziano – spiega la dottoressa Valentina Bertakis biotec-nologo medico -.

Un altro elemento fondamentale per favorire il transito intestinale è la corretta idratazione, garantita mediante il consumo di liquidi introdotti sotto forma di acqua, infusi, brodi, zuppe e succhi di frutta senza zuccheri aggiunti». Tra le cause della stipsi troviamo poi, a diminuzione dei diversi tipi di batteri che costituiscono il microbiota intesti-nale. Nell’anziano si riscontra princi-palmente un decremento dei Bifido-batteri che possono essere ripopolati inserendo nella routine quotidiana prodotti fermentati con l’aggiunta di ceppi attivi, detti anche probiotici.

La natura sa come aiutarti

I problemi di stitichezza pos-sono essere risolti con un opportuno piano alimentare valutato insieme al nutrizionista. In aiuto vi sono semplici rimedi naturali che possono favorire il ripristino dell’equilibrio intestinale. Ad esempio, sciogli un cucchiaino di agar - agar in una tazza di succo di mela senza zuccheri aggiunti, metti sul fuoco e fai bollire per due minuti. La bevanda si assume tiepida prima che diventi gelatina, per circa una settimana.
In alternativa, dalla tradizione Ayurve-dica proviene Triphala, una formula costituita da 3 frutti. Assumila sciolta in acqua tiepida al risveglio e prima di coricarti e tutto il tuo tratto gastroin-testinale ti ringrazierà.